Museo Antichità

Bagni rilassanti e relax, per una vacanza italiana a tutto comfort

Quando si decide di andare in vacanza, non bisogna solo considerare mete turistiche di tendenza, ma bisogna soprattutto valutare quali opzioni offrano per regalarci il massimo comfort. Per esempio un’ottima idea può essere quella di valutare una struttura ricettiva, magari anche non lontanissimo da casa, dove ci sia una zona relax e una piscina con atmosfere intime e coinvolgenti. Molto spesso, purtroppo, ci si ritrova a dover fare i conti con un budget di spesa contenuto e allora si rinuncia all’estero.  Oggi però si possono trovare diverse occasioni e offerte anche in strutture con una piscina fuori terra in legno dove si coniugano i principali vantaggi di una piscina fuori terra, quindi praticità, e quelli di una piscina in legno, che regala sicuramente un’atmosfera più calda al giardino.

Il piacere di un bagno relax, il calore del legno

Inutile girarci attorno, il legno è uno dei materiali più amati perché regala un calore e una sensazione di accoglienza che difficilmente un altro materiale, soprattutto sintetico, riesce a donare. Questo è il principale motivo per cui le piscine in legno stanno diventando il vero trend del 2016 e vegono scelte da sempre più strutture ricettive. Ma non solo, il legno ha una resa estetica molto versatile che consente di essere accolto in qualsiasi contesto. Se un giardino ha un carattere raffinato o neoclassico, per fare un esempio, il legno potrà sposarsi con tali caratteristiche purché il design rispetti i richiami allo stile generale del giardino. Diversamente, in un contesto più rustico, il legno andrà a integrarsi nella semplicità ed essenzialità del giardino.

 

Strutture ricettive a basso impatto: il calore del legno

Sicuramente, come è appena stato asserito, il legno ha una versatilità difficile da comparare. Al contempo i i costi sono contenuti, perché il concept è quello delle piscine fuori terra quindi stiamo parlando di una piscina che non andrà interrata, che non ha bisogno di permessi dagli uffici del Comune di pertinenza e che non ha, soprattutto, bisogno di grandi lavori. In genere per la posa basta anche in giorno in rapporto alle ore di lavoro impiegate e all’esperienza di chi la monta.

Legno anche per un bagno salutare

In realtà non ci sono grandi svantaggi nel scegliere delle piscine fuori terra in legno, più che altro si può parlare di piccoli contro in rapporto alla scelta di una piscina fuori terra in PVC. Tra le due, indubbiamente, la più facile da installare è sicuramente quella in PVC. La piscina in legno comporta un lavoro di installazione un po’ più lungo e complesso. Allo stesso modo va considerato che se si decide di disinstallarla dovranno essere messe in conto alcune ore di lavoro e la possibilità che i pannelli in legno possano danneggiarsi a furia di essere piazzati e smontati. Ma del resto, il piacere estetico vale ben la pena.

vacanza02